san gimignano : TIPISTUDIO


Riqualificazione urbanistica della fascia periurbana ad ovest delle mura di San Gimignano
5º CLASSIFICATO

tipologia: concorso
cliente: Comune di San Gimignano
anno: 2012
luogo: San Gimignano (SI)
coautori: David Berkvens, Enrico Russo

Il carattere ibrido dell'area deriva dalla sua posizione-cuscinetto che si insinua tra il tessuto compatto del nucleo urbano, archetipo della città storica medievale, nettamente delimitato dalle sue mura, e il parco agricolo, la cui omogeneità deriva dalla storica organizzazione razionale del territorio rurale. Lo stato di fatto dell'area è una diretta conseguenza della sua stessa natura residuale, legata soprattutto alla strada, oggi piuttosto trafficata, che spezza la parte urbana da quella agricola, creando una evidente frattura. Sia la naturalità che il carattere urbano della fascia compresa tra la città e il parco agricolo sono entrambe fortemente compromesse dall'ambiguo stratificarsi delle funzioni che l'uomo le ha attribuito nel corso del tempo in relazione al susseguirsi dei ruoli assunti dal territorio (edifici produttivi in disuso, servizi, parcheggi per turisti e residenze). Rimane ora uno spazio fragile che non comunica alcuna vocazione nonostante la forza della sua posizione di accesso ad un importante centro storico dalla indiscussa identità storica e urbana.
L'estensione del parco agricolo, che è appunto il cardine del progetto, assume forme diverse a seconda degli spazi dove va ad insinuarsi. Nella parte centrale e a sud, la scelta di concentrare la maggior parte dei servizi, gli conferisce sembianze più strutturate, relazionate al carattere più urbano e terziario dell'area, attraverso l'inserimento di coltivazioni ortive. L'area a nord, al di sopra del parcheggio Fossi, conserva caratteristiche rurali con l'uliveto già esistente e la piantumazione di prati stabili che inglobano tutte le superfici. La fascia di progetto diventa così un'interfaccia tra il parco agricolo e il centro storico, lo spazio di incontro fra le attività dell'una e dell'altra parte sostituisce la frattura preesistente e si offre sia al visitatore che al cittadino.
Diversi livelli di fruizione dello spazio diversificano la percezione del paesaggio. L'auto, la cui presenza è fortemente ridotta, costeggia l'area cogliendo sequenze di prati, di uliveti, di piazze leggermente sopraelevate e visioni del paesaggio agricolo, in un gioco di variazioni di quote che rievoca la varietà altimetrica e morfologica del paesaggio. Il P.A.S.S. Percorso Agri-Sportivo di San Gimignano è un elemento sinuoso che lo attraversa, è a disposizione esclusiva del pedone e del ciclista ed il suo andamento genera ulteriori gradi di percezione e fruizione, scegliendo di percorrerlo correndo, camminando, seguendo il tragitto principale o deviare per sentieri più ripidi ed angusti.
Lungo il percorso inoltre si incontrano strutture riconvertite per offrire nuovi servizi come il centro di interpretazione del paesaggio agrario, il centro servizi per l’agricoltura, il camping, l’ostello e la piazza del mercato.
Il modello di riferimento per l'approccio e la gestione di questo nuovo territorio è quello della permacultura, un processo integrato di progettazione in funzione di un ambiente sostenibile ed equilibrato, in cui insediamenti umani e sistemi produttivi imitano ecosistemi naturali, con caratteristiche di durabilità nel tempo, di stabilità ed in grado di mantenersi e rinnovarsi con un basso input energetico.